Con Ikea, la realtà virtuale si prepara a fare il suo ingresso nelle nostre case
Ikea
Realtà Virtuale
Technology

Quando pensiamo alla realtà virtuale, il primo pensiero va ai parchi divertimento o ai videogiochi, dove questo strumento ha permesso, già da molti anni, di rompere le frontiere con lo spazio e implementare l’esperienza di gioco dell’utente. Da qualche giorno, IKEA ha aperto le porte della realtà virtuale al settore dell’arredamento, introducendo sul proprio sito l’app gratuita Ikea VR Experience, disponibile per tutti i possessori del visore HTC Vive.

Si tratta di un progetto pilota, studiato per permettere ai clienti di personalizzare a distanza i propri arredi, scegliendo non solo la composizione ma anche colori e materiali di ogni singolo elemento, senza recarsi in negozio. Creando il proprio spazio virtuale, infatti, gli utenti possono progettare la cucina dei sogni, una realtà immersiva dove muoversi liberamente, interagendo con gli oggetti circostanti come nella vita reale: aprire l’anta dell’armadio, chiudere un cassetto, mettere la pentola sul fuoco. Ma non solo, l’app permette anche di esplorare lo spazio dal punto di vista di un bambino alto meno di un metro, un modo per individuare l’accessibilità agli oggetti ma anche ai pericoli domestici.

La proposta di Ikea rappresenta una novità importante che avvicina la tecnologia della realtà virtuale alla nostra quotidianità, ampliando gli strumenti di informazione a disposizione del consumatore che, accanto al tradizionale catalogo, potrà contare su una varietà di dispositivi per sperimentare le diverse possibilità di arredo prima dell’acquisto.

La realtà virtuale sta attraversando una fase di crescita e sviluppo accelerata e secondo gli esperti, tra cinque/dieci anni, diventerà parte integrante della nostra quotidianità, dando vita a una nuova rivoluzione tecnologica.